Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 È impossibile amare davvero te stesso a meno che tu non abbia l'auto-approvazione e l'auto-accettazione. Ciò significa non farti nessuna critica. Già sento tutte le obiezioni.

"Ma mi sono sempre criticato."

"Come posso piacermi?"

 

"I miei genitori / insegnanti / amanti mi hanno sempre criticato."

"Come sarò motivato?"

"Ma è sbagliato per me fare queste cose".

"Come farò a cambiare se non mi critico?"

 

Allenare la mente

 

 L'autocritica come quella sopra illustrata viene provocata dai pensieri nella mente che continua ad essere influenzata da vecchi schemi. Nota come hai allenato la tua mente a rimproverarti ed essere resistente ai cambiamenti. Ignora quei pensieri e continua a lavorare su te stesso!

Nei giorni in cui la mia negatività era preponderante, occasionalmente mi schiaffeggiavo la faccia. Non conoscevo il significato dell'autoaccettazione. La mia convinzione nei miei limiti e nelle mie mancanze era più forte di qualsiasi altra cosa potesse affermare il contrario. Se qualcuno mi diceva che ero amato, la mia reazione immediata era: "Perché? Cosa potrebbe mai vedere qualcuno in me?" O il mio pensiero ricorrente era, "Se solo sapessero cosa sentivo realmente dentro di me, non mi amerebbero."

Non ero consapevole del fatto che tutto il bene inizia con l'accettare ciò che è dentro di sé, e amare sé stessi. Ci è voluto un po' di tempo per sviluppare una relazione pacifica e amorevole con me stesso.

 

Prima, cercavo le piccole cose di me che pensavo fossero "qualità positive". Anche questo mi ha aiutato, e la mia salute ha cominciato a migliorare. La buona salute inizia con l'amare se stessi. Quindi significa avere prosperità, amore e autoespressione creativa. In seguito ho imparato ad amare e ad approvare tutto di me, anche quelle qualità che pensavo fossero "negative". Solo allora ho iniziato davvero a progredire.

Esercizio: Cosa approvo di me stesso

Per tutto il prossimo mese, ripeti continuamente a te stesso, "Mi approvo". Ripetilo almeno

tre o quattrocento volte al giorno. No, non sono troppe. Quando ti preoccupi, pensi alla soluzione del tuo problema altrettante volte. Lascia che l’affermazione "mi approvo" diventi un mantra itinerante, qualcosa che ripeti a te stesso costantemente, quasi senza sosta.

Dire "mi approvo" è un modo garantito per far apparire tutto ciò che è sepolto nella tua coscienza che è negativo.

Quando compaiono pensieri negativi, quali "Come posso approvare me stesso se sono grasso?" Oppure "È sciocco pensare che io possa fare qualcosa di buono", o "Io non sono abbastanza bravo," o qualunque altro pensiero negativo, questo è il momento di prendere il controllo della tua mente. Non dare importanza a questi pensieri. Basta vederli per ciò che sono ovvero un altro modo per tenerti bloccato nel passato. Di’ gentilmente a questi pensieri: "Ti lascio andare; Mi approvo."

Anche prendere in considerazione l’idea di fare questo esercizio può far emergere un sacco di pensieri, come "Sembra stupido", "Non è vero", "È una bugia", o "Come posso approvare me stesso? quando lo devo fare?"

Lascia che tutti questi pensieri passino. Questi sono solo pensieri di resistenza. Non hanno potere su di te a meno che tu non scelga di valorizzarli.

"Mi approvo, mi approvo, mi approvo." Non importa cosa succede, non importa se qualcuno ti dice cosa devi fare, non importa se qualcuno fa qualcosa per te, vai avanti per la tua strada. Infatti, quando dici a te stesso che ti ami, nonostante qualcuno stia facendo qualcosa che non approvi, saprai che stai crescendo e cambiando.

I pensieri non hanno alcun potere su di noi se non veniamo influenzati da loro. I pensieri sono solo parole legate insieme. Non hanno alcun significato. Solo noi riusciamo a dargli un significato. Scegliamo di avere pensieri che ci nutrono e ci sostengono.

 

Estratto da Puoi guarire la tua vita